Ristrutturazioni edilizie: le agevolazioni fiscali

agevolazioni fiscali

Buone notizie per chi stava cercando agevolazioni fiscali per la ristrutturazione della propria abitazione.
Sono previste infatti, fino al 31/12/2018, agevolazioni fiscali per gli interventi che si vogliono sostenere per ristrutturare, o migliorare la propria abitazione.
Stiamo parlando della Legge di Bilancio 2018, la quale prevede una detrazione massima del 50% per gli interventi edilizi e l’acquisto di nuovi mobili ed elettrodomestici. Questa agevolazione non riguarda solo chi possiede una abitazione propria ma anche per i residenti in condomini e per gli interventi in corti comuni.

Infatti, anche chi vorrà sistemare il verde presente all’interno della propria abitazione potrà usufruire degli incentivi e delle detrazioni IRPEF fino al 36% e fino ad un massimo di 5000€ di spesa per ogni unità immobiliare.

Visto inoltre il recente sisma che ha colpito il nostro Paese, lo Stato ha dichiarato che possono usufruire di tali detrazioni anche chi vuole effettuare interventi di adeguamento antisismico ed energetico.

Agevolazioni fiscali 2018 per ristrutturazione, cosa prevedono?

Il bonus per le ristrutturazioni edilizie consiste nella detrazione dei costi dei lavori sostenuti per la ristrutturazione, il risanamento architettonico e la manutenzione di un edificio. E’ possibile detrarre un bonus pari al 50% delle spese sostenute dal proprio IRPEF (l’imposta sul reddito per le persone fisiche), stimolando cosi, chi deve o vuole effettuare tali lavori, a adoperarsi per effettuarli. Queste agevolazioni fiscali infatti sono utili per chi volesse sistemare la propria casa, ed aiutano proprio le persone che vorranno adeguare la loro abitazione alle norme antisismiche.
La detrazione sarà ripartita in dieci quote annuali di pari importo.

Ma quali sono le spese che si possono detrarre?

  • Le perizie e i sopralluoghi per giudicare la tipologia e la quantità di lavoro necessario alla ristrutturazione
  • La progettazione connessa al tipo di intervento stesso
  • L’acquisto dei materiali per il lavoro
  • Tutto ciò che è necessario per la realizzazione dei lavori stessi.

Restano fuori invece le spese per la conservazione e il trasloco dei mobili durante il periodo in cui verranno effettuati i lavori di ristrutturazione.

Naturalmente queste agevolazioni fiscali valgono sia per i lavori interni che esterni, quali ad esempio:

Di questi ed altri tipi di lavori, ce ne occupiamo noi di Assorestauri, e di cui potete prendere visione cliccando sulla pagina dei nostri servizi, scegliendo la tipologia di lavoro che state cercando.

.

Lascia una recensione

1 Comment on "Ristrutturazioni edilizie: le agevolazioni fiscali"

avatar
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
trackback

[…] Vi mandiamo i riferimenti ad altri articoli su come ottenere bonus per le vostre ristrutturazioni al seguente articolo. […]